Mediagroup98 firma il TeamBuilding UnipolSai

Dal 2 al 6 giugno, presso l'Iberotel Apulia a Marina di Ugento (LE), abbiamo realizzato per la rete vendita Assicoop un evento che, attraverso il gioco di squadra, ha messo alla prova le abilità e le tecniche per instaurare e mantenere un ottimo rapporto con i clienti.

Un evento incentive "Assicoop Experience: persone, strategie, strumenti'", e un team building vivace e multimediale, per approfondire i driver di crescita di UnipolSai: nuovi mezzi e tecniche per entrare in contatto con un cliente sempre più esigente e sopravvivere in mercato turbolento.

Con uno staff di oltre 20 persone tra copywriter, creativi, sceneggiatori, registi, event manager e welcome crews, ci siamo occupati dell’ideazione, progettazione e realizzazione dell’attività di team building, della produzione tecnico-autoriale dell’evento - concept, regia, produzione video, web communication, tecnologie informatiche - della realizzazione di scenografie e allestimenti e della gestione della logistica - iscrizioni, transfer & accomodation degli ospiti.

L'assicurazione è uno sport di contatto e l'assicuratore deve avere la capacità di conquistare, curare e mantenere il cliente attraverso, dedizione, lavoro di squadra e le nuove tecnologie della comunicazione: su questa premessa, abbiamo progettato un team building divertente e creativo che ha messo alla prova le abilità organizzative e di problem solving già durante il prequel dedicato alla formazione dei team, nel quale ogni partecipante ha dovuto interpretare gli indizi ricevuti su smartphone tramite WhatsApp, intercettare in un dato luogo i compagni di squadra e ritirare tutti insieme la divisa di gara.

I nomi dei 10 team, per un totale di 150 partecipanti, evocavano altrettante discipline sportive di contatto: dai Green Soccer agli Orange Basket, dai White Hockey ai Brown Sumo ecc.
Il team building si è rivelato un percorso, da scoprire progressivamente armati di tablet per decifrare QR code, videomessaggi in codice e indizi sparsi nel villaggio turistico.

Lo scopo era quello di conquistare più clienti possibili e di farli arrivare integri fino alla fine del percorso. I clienti sono cose delicate da curare in modo proattivo: per rendere bene il concetto, in questo caso sono stati rappresentati da palloncini pieni d’acqua che dovevano essere conquistati e portati al traguardo dall'altra parte di quell'arena che è il mercato… senza farli scoppiare!

Le prove hanno tracciato il percorso di conquista, mantenimento e cura proattiva dei clienti: nell'Adventure Park bisognava osare per andare alla loro conquista, nell'arena del mercato (il prato a fianco della piscina) era il gioco di squadra a consentire di difendersi dalla concorrenza, mentre il colloquio di vendita - in cui un team venditore e team cliente si affrontavano sulla vendita di prodotti veri - ha permesso alla squadra di utilizzare gli strumenti di UnipolSai per gestire al meglio quella relazione che consente di mantenere il cliente.

Non solo animazione e prove fisiche dunque, ma anche prove tecniche che hanno integrato perfettamente il team building nella strategia Unipolsai, grazie a una sceneggiatura originale che ha valorizzato strategie e strumenti a disposizione della rete di vendita, rendendoli protagonisti del team building stesso.

L'ultimo indizio conduceva al traguardo finale, dove la competizione lasciava spazio alla collaborazione tra tutti i 150 partecipanti per dipingere insieme 34 tele e costruire un unico, grande, quadro che sarebbe andato a comporre l'allestimento della convention pomeridiana.

Alle 16.30 il Centro Congressi dell’Iberotel Apulia ha ospitato i lavori della Convention, con la partecipazione del top management di UnipolSai Assicurazioni.

A seguire, le premiazioni dei vincitori del Team building e lo spettacolo di Raul Cremona, che ha intrattenuto e coinvolto il pubblico con sketch personalizzati e le interpretazioni dei suoi personaggi più celebri. La cena di gala ha chiuso una giornata intensa e produttiva.

 

BottoneIneco